In Comunicati stampa

Presentata in esclusiva in Italia l’automobile che si alimenta solo con l’energia del sole.

Solarworld No 1 è stata presentata, prima a Milano e poi a Verona. Davanti al Triennale Design Museum e poi in Piazza Bra a Verona. Si tratta di un’automobile funzionante solo ed esclusivamente grazie all’energia solare. Nel corso degli eventi, l’automobile si è esibita in alcuni giri dimostrativi.

SolarWorld No.1 è il frutto della collaborazione tra SolarWord – azienda leader mondiale nella produzione di impianti fotovoltaici e presente da domani con uno stand a SolarExpo – e l’Università per le Scienze Applicate di Bochum. Si tratta di un esemplare unico di vettura da competizione ad energia solare, che coniuga tecnologia energetica di grande efficacia ad un design di straordinario fascino.

La vettura colpisce in particolar modo per la straordinaria efficienza energetica e l’aerodinamica ottimale combinate con una raffinata leggerezza. SolarWorld No. 1, infatti, è lunga 5 mt. e larga 1,80 mt. Grazie ai materiali innovativi utilizzati per costruirla, ha un peso di soli duecentocinquanta chili.

La sua superficie è ricoperta per sei metri quadrati da celle solari capaci di generare energia sufficiente a spingerla alla velocità massima di 120km/h e di consentirle prestazioni costanti in grado di farle attraversare un intero continente, ad una velocità media di 85 km/h.

L’auto ha già partecipato a numerose competizioni dedicate alle vetture ad energia solare. Dopo il debutto di grande successo alla “World Solar Challenge” (WSC) in Australia ad ottobre 2007, dove si è aggiudicata il Premio Speciale per il Design ed il quarto posto nella classifica assoluta, SolarWorld No.1 ha partecipato alla “North American Solar Challenge” (NASC) nel 2008, dove ha percorso ben 4.000 km, da Dallas in Texas lungo le Great Plains fino a Calgary, sulle Rocky Mountains.

Nell’autunno 2009, SolarWorld No.1 parteciperà nuovamente alla “WSC” in Australia e attraverserà il continente rosso sulla Stuart Highway per oltre 3000 chilometri.

Quello che oggi è un prototipo dal design accattivante che ricorda un delfino, studiato per vincere gare di importanza mondiale potrebbe però un giorno diventare un’utilitaria per l’uso quotidiano.

Uno dei requisiti fondamentali per poter partecipare al World Solar Challenge, infatti, prevede che i veicoli impegnati nel confronto presentino soluzioni progettuali applicabili alla vita di tutti i giorni. Anche per questa ragione, la postazione di guida del SolarWorld No. 1 è stata disegnata in modo tale da far tenere al pilota una posizione eretta esattamente come all’interno dell’abitacolo di qualsiasi automobile convenzionale.

Realizzando questo progetto, SolarWorld mira a generare conoscenza ed a suscitare un crescente interesse tra le giovani generazioni intorno ai progetti di ricerca sull’energia solare. Al tempo stesso, SolarWorld No. 1 dimostra con le sue caratteristiche che il progresso tecnologico in materia di energie rinnovabili è pronto a garantire prestazioni tanto elevate da poter fare una spettacolare entrata nel mondo dello sport.

Scrivi il tuo commento