In Internet e dintorni

siti-bambiniLa mia nipotina ha 5 anni e sa accendere il computer, inserire un DVD e muovere il mouse sul “play” per guardarsi Heidi.
Vero è che i genitori sono sempre nei paraggi, ma come la mettiamo con la connessione a Internet? Non è lontano il giorno in cui la piccola scoprirà il mondo che sta dietro quello schermo, il mondo, appunto. In Italia il Ministero delle Comunicazioni e da quello per l’Innovazione e le Tecnologie ha elaborato un Codice di autoregolamentazione su Internet e Minori.

Il documento non mette solo in guardia contro i pericoli della Rete (siti non adatti ai minori, protezione dei dati personali), ma promuove la sua funzione educativa. L’educazione infatti, che secondo il codice compete innanzitutto alla famiglia, “può essere agevolata da un corretto utilizzo delle risorse presenti sulla rete telematica al fine di aiutare i minori a conoscere progressivamente la vita e ad affrontarne i problemi ed i pericoli”.

poissonrougePer i genitori che desiderano accompagnare sul Web i propri piccoli esistono dei programmi, i Filtri Famiglia, che garantiscono una navigazione sicura. I software “parent control” funzionano come quelli installati nelle aziende che limitano la navigazione dei loro impiegati, e prevedono la creazione di una blacklist attraverso parole chiave.
I pericoli ci sono, inutile negarlo, ma “Infernet”, come dice Beppe Grillo, offre anche tante possibilità di apprendimento e svago. In particolare vorrei segnalare il sito multilingue Poissonrouge.com, fatto su misura per i piccoli navigatori. Privo di qualunque messaggio pubblicitario o contenuti minimamente offensivi, il sito va comunque esplorato con mamma e papà, e può essere un modo per trascorrere del tempo insieme. L’interfaccia grafica è totalmente interattiva, colorata, intuitiva. I giochi sono istruttivi e intelligenti, accompagnati da musiche e suoni gradevoli e delicati. I giochi poi sono uno spasso, potrete dipingere un quadro, dirigere un coro, colorare, inventare…

siti-per-bambiniI creatori di Poissonrouge.com, che si sostengono da dieci anni attraverso donazioni, mettono a disposizione una guida per i genitori: “Quando i bambini piccoli prendono in mano un oggetto, inventano sempre nuovi modi di usarlo. Quindi non esiste un modo giusto o sbagliato di giocare sul sito. Saranno i bambini a decidere cosa vogliono fare, per crescere ed esplorare in modo naturale le sue parti. Siamo certi che ciò che non scoprono subito, lo scopriranno prima o poi, e quello che in un primo momento non sanno fare, lo faranno quando sono pronti. E come molti di voi sapranno, questo processo è estremamente efficace e costruttivo“.

Scrivi il tuo commento