In Dentro alla comunicazione, Internet e dintorni, Pubblicità

Alcune settimane fa su Facebook si diffonde un concorso fotografico promosso da Leica. Tutti si buttano a pesce ovviamente.

Lasciamo da parte il fatto che, in realtà, non si vince un bel niente, ma solo la possibilità di avere per qualche settimana una Leica in comodato d’uso (che quindi va restituita) con cui fare delle foto.

Quella del gruppo Leica, in realtà, è stata un’ottima mossa di marketing, perchè grazie alle segnalazioni su FB e i voti alle fotografie (che vanno espressi tramite il social network) è stata una vera invasione sulle bacheche di chiunque.  Ed ecco un modo diverso e furbo di farsi pubblicità.

Ho utilizzato il termine diverso e non nuovo, perché il fatto di mettere in palio qualcosa per ottenere popolarità e pubblicità non è una novità ed è già stato applicato ai nuovi mezzi digitali, soprattutto su Twitter. Anche se, a onor del vero, negli altri casi i premi veniva vinti.

Chiedere di cliccare su ‘mi piace’ o ‘segui’ in modo da poter partecipare all’estrazione del premio porta dei vantaggi. Questi sono ‘empatici’ nei confronti dell’azienda e pubblicitari allo stesso tempo.

Il marketing scopre sempre nuove strade… e i social network ancora una volta sono protagonisti.

 

 

 

Scrivi il tuo commento